Skip to main content
Notizie della residenza in Corsica
Scritto il

Visitare Pigna: i luoghi da non perdere

Mentre alcuni piccoli villaggi corsi sono caduti nell'oblio, non è affatto così per Pigna, uno dei più belli dell'isola della bellezza. Riportata al suo antico splendore, Pigna ospita oggi numerosi artisti e artigiani. Cosa fare a Pigna Cosa vedere a Pigna Ecco alcuni suggerimenti per scoprire questo bellissimo borgo pedonale.

Breve storia di Pigna

Conoscere la sua storia vi aiuterà a scoprire e apprezzare ancora di più Pigna.

La torre di Pigna fu eretta dal luogotenente Consalvo nell'862, in omaggio al suo quartiere natale di Roma, che porta lo stesso nome. Questo luogotenente era al comando del conte Guido Savelli, la cui missione era quella di liberare la Corsica dai Saraceni. Attorno alla torre è sorto il villaggio di Pigna, che oggi conta un centinaio di abitanti. Questa popolazione si sforza di preservare l'autenticità e l'originalità del luogo.

Le case sono caratterizzate da un'architettura integrata e da persiane blu. Pigna è anche un villaggio artistico. L'artigianato e la musica sono onnipresenti. Pigna è anche interamente pedonale. È necessario lasciare l'auto nei parcheggi allestiti all'esterno del villaggio.

Cosa vedere a Pigna

Come scoprire Pigna e iniziare da un luogo diverso dalla piazza del paese? La piazza si trova di fronte alla chiesa parrocchiale dell'Immacolata Concezione. La chiesa è caratterizzata da quattro pilastri e due campanili a cupola che sovrastano la facciata. Visitate l'interno per scoprire il bellissimo affresco dell'abside, realizzato nel 1971 da Toni Casalonga. Anche la statuetta ingenua in marmo della Vergine è iscritta nel registro dei beni culturali per la sua originalità.

Dopo aver visitato la chiesa, prendete il sentiero a destra per fare un giro del villaggio. Lasciatevi trasportare dalle strade acciottolate e ammirate le vecchie case, costruite in stile tradizionale e caratterizzate dalle persiane blu. Vi imbatterete in laboratori artigianali dove pittori, scultori, musicisti, incisori e liutai esercitano la loro arte. Questo borgo è un luogo di incontro tra cultura e creatività.

Anche le due piazze, Piazza a l'Olmu e Piazzarella, sono da non perdere. Offrono una magnifica vista sul mare e sono estremamente affascinanti.

Cosa fare a Pigna

Cosa fare a Pigna dopo le visite consigliate sopra? Visitare il Museu Musica, un centro di ricerca dedicato alla cultura musicale del passato e del presente. Ospita uno strumentario dedicato alla Corsica e ad altri Paesi. È presente anche un'area di diffusione audiovisiva.

In estate, non dimenticate di includere nelle vostre attività a Pigna i festival e le rassegne musicali che si tengono nell'auditorium. Questo si trova accanto alla chiesa del villaggio. L'edificio è una modesta struttura in terra battuta, ma l'auditorium ha una capienza di 120 posti. L'acustica e la scenografia sono semplicemente mozzafiato.

Si può anche fare una sosta a A Vaccaghja, un ex recinto per il bestiame che ora è un anfiteatro da 220 posti. Qui si tengono numerosi spettacoli in estate, in particolare Festivoce, uno dei principali eventi culturali di Pigna. Vestivoce si tiene ogni anno a luglio.

Scopri i dintorni di Pigna

Non limitatevi a scoprire Pigna, perché anche i dintorni meritano una visita.

Ad esempio, potreste visitare tutti i villaggi collinari della Balagne. Se avete poco tempo, visitate almeno Corbara e Sant'Antonino per immergervi in un'atmosfera tipicamente corsa.

E perché non fare un'escursione alla scoperta dei dintorni di Pigna? I sentieri da percorrere dipendono dalle zone da esplorare, dal livello degli escursionisti e dal tempo che avete a disposizione per l'attività.

Condividi questa pagina
"Eccellente"

92%

1005 recensioni

su 7 portali